Home » Rossi e Lorenzo proseguono la loro rivalità in motogp 2016

Rossi e Lorenzo proseguono la loro rivalità in motogp 2016

MotoGP

La motogp 2016 non è solo corse e divertimento, ma bensì vi sono anche altri aspetti che meritano di essere analizzati con grande attenzione.

Stoner parla di Rossi e Marquez

Una rivalità che, seppur ogni tanto sembra vada in pausa, sembra non essere assolutamente rimossa al cento per cento dalla mente dei tifosi stessi.
Sia sui social che nelle pagine dei quotidiani, ma soprattutto negli spalti, l’astio tra le due tifoserie continua ad essere presente, mentre altri cercano di rimanere neutri e non schierarsi da nessuna delle due parti.

Stoner, che attualmente ha assunto il ruolo di testimonial della Ducati, ha voluto spiegare il suo punto di vista sull’attuale situazione che vede protagonisti i due piloti.
L’ex pilota ha spiegato che, la competizione, dovrebbe essere vissuta in maniera pacifica e senza tutto questo astio che, di fatto, non fa altro che distruggere la bellezza del moto mondiale.

I tifosi, secondo Stoner, devono imparare che, quando i piloti scendono in gara, essi meritano il massimo rispetto, e non fischi e insulti di ogni genere.
Per rafforzare tale concetto, Stoner ha voluto ripercorrere il tragico fatto che è costato la vita a Marco Simoncelli proprio in pista.

L’ex pilota ha voluto sottolineare che, questo modo di comportarsi da parte dei tifosi, dovrebbe essere assolutamente rimosso, visto che i piloti mettono a repentaglio la loro vita ed accoglierli con bordate di fischi risulta essere tutt’altro che corretto.MotoGP

Inoltre, Stoner ha fatto anche appello ai due protagonisti della moto gp 2016, ovvero Marquez e Rossi, suggerendo loro di cambiare atteggiamento e voltare completamente pagina, spiegando che quando egli gareggiava, tutta questa rabbia non era presente in pista.

Le parole di Stoner fanno riferimento ad alcune tappe precise, come quella italiana e spagnola, che potrebbero aumentare l’astio tra i due piloti, che dalla passata edizione, non fanno altro che lanciarsi frecciatine seppur abilmente mascherate.

La Suzuki contro Vinales

Nell’attuale campionato di moto gp 2016 molte case motociclistiche hanno cercato di esprimere tutte le loro approvazioni e sentimenti positivi nei confronti dei propri corridori.
Questo però, non sembra essere il caso della Suzuki, che pare abbia preso di mira il pilota Vinales.
Questo per due motivazioni: la prima di esse consiste nel fatto che, il pilota, ha ottenuto dei risultati che risultano essere tutt’altro che soddisfacenti, almeno secondo il punto di vista della casa motociclistica.

Inoltre, il comportamento di Vinales nei confronti di Rossi, non ha fatto altro che far infuriare ulteriormente i responsabili della Suzuki, che hanno notato un certo favoritismo da parte di Vinales nei confronti dell’italiano.
Sembra quindi che, il rapporto tra casa motociclistica e pilota, sembrano essere tutt’altro che ottimi e che, al termine della stagione di motogp 2016, le strade dei due possano separarsi definitivamente.

Il pilota della Suzuki, dal canto suo, ha sostenuto che non ha adottato alcun tipo di comportamento sospetto, mantenendo la calma e cercando di placcare un ciclone che lo potrebbe travolgere e che potrebbe rendere meno piacevole il proseguimento della competizione stessa.

Rossi aumenta il livello della rivalità con Lorenzo

Seppur Stoner abbia cercato di fare da paciere tra Rossi e Lorenzo, l’italiano continua a provocare il rivale e compagno di squadra, ormai visto come nemico da parte di Valentino.
Il pilota sembra abbia l’intenzione di lanciare una sfida per la tappa spagnola, nella quale Lorenzo giocherà in casa, di fronte al suo pubblico.

Vista la sconfitta in Italia, tappa vinta proprio da Lorenzo, Rossi vorrebbe prendersi una grande rivincita, trionfando proprio nella patria dello spagnolo.
Il pilota italiano ha spiegato che di sentirsi carico e di non temere assolutamente l’astio del pubblico nemico, aggiungendo che questo gli darà maggior energia e voglia di prevalere nel campionato stesso.

Lorenzo, invece, ha evitato di entrare nei dettagli e di replicare alle tante parole di Rossi, che continua quindi a rilasciare dei proclami che non trovano alcuna risposta.
E questo comportamento potrebbe però iniziare ad attirare l’antipatia degli italiani nei confronti di Rossi, che periodicamente continua a provocare i compagni di squadra, che dal canto suo non ribatte affatto.

Name of author

Name: Cristina