Home » Euro 2016 una manifestazione di alto livello

Euro 2016 una manifestazione di alto livello

Euro-2016

Iniziata Euro 2016 con in campo la Francia, lunedì tocca agli azzurri

La kermesse calcistica Euro 2016 si è aperta ufficialmente con la partita tra Francia e Romania, con i padroni di casa che sono tra gli aspiranti alla vittoria finale, allenati da Dechamps, opposti ad una formazione che contende alla Svizzera i due posti che qualificano alla fase successiva ad eliminazione diretta.

La Francia ha una tradizione molto positiva nelle fasi finali delle manifestazioni che ospita in casa; si è infatti classificata prima sia nell’edizione dei Campionati Europei del 1984 che dei Campionati del Mondo del 1998. Gli azzurri invece, che sono inseriti nel girone

E, insieme a Irlanda, Svezia e Belgio, giocheranno la loro gara iniziale, lunedì 13 giugno, proprio contro quest’ultima formazione, guidata in panchina da Wilmots, formazione che secondo il ranking mondiale è la favorita del girone con il suo secondo posto in classifica, alle spalle dell’Argentina. Nelle previsioni degli esperti la nazionale di Conte è accreditata comunque della qualificazione con il secondo posto, e quindi del passaggio agli ottavi di finale.

Euro 2016 una bella battaglia tra tanti concorrenti

La corsa al successo di Euro 2016 sembra interessare molte squadre del Vecchio Continente; detto dei padroni di casa, c’è la Spagna di Del Bosque che vorrebbe conquistare il terzo titolo consecutivo, dopo quelli 2008 e 2012, impresa mai riuscita a nessuna nazionale, c’è la Germania di Low, campione del mondo due anni fa in Brasile, che vuole confermare la sua superiorità anche in campo europeo, ci sono gli inglesi di Roy Hogdson, che schierano una squadra molto giovane, ma che ha terminato il girone eliminatorio vincendo tutte le gare.

Ci sono poi il Belgio, la Russia, sempre protesa verso una sorpresa, il Portogallo di Cristiano Ronaldo, e naturalmente, la nazionale italiana. Sarà una corsa impegnativa, anche per le condizioni climatiche, ci si aspetta molto caldo, e perché chi arriva in finale sarà in gioco per 1 mese, visto che la sfida decisiva di Euro 2016 sarà giocata nello stadio parigino di Saint Denis, il 10 luglio alle 21.00.

In totale le varie nazionali impegnate, per la prima volta 24, disputeranno 51 partite in stadi ed orari diversi, proprio per dare la maggiore copertura televisiva all’evento, che insieme alla Copa America è il fulcro dell’estate calcistica 2016. Molto pronosticata è una finale tra Spagna e Germania, che metterebbe di fronte i campioni in carica di Europeo e Mondiale, e sarebbe per la formazione iberica un bel modo di ripartire dopo la delusione di due anni fa in Brasile.

Euro 2016, l’Italia schiera una squadra da battaglia

L’Italia riparte nella fase finale di un Europeo, dalla finale disputata quattro anni fa, e persa nettamente, contro la Spagna. Dopo il mondiale brasiliano, la guida tecnica è passata da Cesare Prandelli ad Antonio Conte, che ha portato gli azzurri a qualificarsi pur con qualche mezzo passaggio a vuoto. Euro-2016

Per la fase finale il C.T. azzurro, che dopo l’Europeo tornerà ad allenare un club, gli inglesi del Chelsea, deve purtroppo fare a meno di diversi uomini importanti infortunati, come ad esempio Marchisio, Verratti e Montolivo, con un attacco tutto da costruire e puntando ancora una volta su una difesa che conosce bene, quella della Juventus.

Sarà un’Italia “da battaglia”, come è nelle corde del C.T., che cercherà soprattutto di contrastare il gioco avversario, ad iniziare dalla gara inaugurale con il Belgio, che sulla carta può schierare giocatori di talento come De Bruyne, Hazard, Lukaku, Nainggolan ed il napoletano Mertens, ma che sembra più debole degli azzurri in fase difensiva. Sempre nel girone, da non sottovalutare assolutamente la sfida con la Svezia del supercannoniere Ibrahimovic, che i difensori italiani conoscono molto bene.

Le favorite nei gironi eliminatori di Euro 2016

La fase a gironi promuoverà a quella successiva non solo le prime due di ogni girone, ma anche le quattro migliori tra le terze classificate, e quindi la battaglia sarà molto aspra, non solo all’interno del girone, ma anche per questi quattro “ripescaggi”. Nel girone A, la favorita per il primo posto è senza dubbio la Francia, mentre seconda dovrebbe classificarsi la Svizzera di Petkovic, davanti alla Romania, con l’Albania, esordiente all’Europeo, che dovrebbe essere il fanalino di coda.

Nel girone B primi due posti per Inghilterra e Russia, con La Slovacchia di Hamsik che dovrebbe avere la meglio sul Galles di Bale per il terzo posto. I tedeschi campioni del mondo sono i favoriti nel girone C, ma devono fare attenzione alle mire della Polonia di Lewandowski.

Gli Ucraini, con Schevchenko in panchina come vice, puntano al terzo posto, ai danni dell’Irlanda del Nord. Gli spagnoli di Del Bosque dovrebbero imporsi nel gruppo D, davanti alla Croazia, in un girone di buon livello medio, con Repubblica Ceca e Turchia in lotta per la terza posizione.

Il girone E, quello che vede impegnata l’Italia, dovrebbe vedere la qualifica del Belgio al primo posto, seguito da azzurri e svedesi, con l’Irlanda ultima. Nessun problema per il Portogallo nel girone E, il più debole dal punto di vista tecnico, e nel quale l’Austria dovrebbe conquistare il secondo posto, con Ungheria terza ed Islanda quarta.

Name of author

Name: Cristina