Home » Le diverse novità della Formula 1 2016

Le diverse novità della Formula 1 2016

formula-1

Dopo un anno di stop, il campionato mondiale di Formula 1 2016 è pronto a tornare a incendiare l’asfalto ed i cuori dei vari appassionati di tale competizione.

Un calendario senza Monza

Il campionato di Formula 1 2016 sarà differente dagli altri disputati fino ad ora: la tappa di Monza sarà assente dal calendario ufficiale della competizione.
Una decisione che non ha creato tanto stupore tra gli appassionati: già dalla fine dello scorso campionato si era parlato di rimuovere la suddetta tappa, anche se tale decisione sembrava esser stata rimandata.

Ma il Presidente Bernie Ecclestone ha deciso di attuare tale modifica, visto che non ha gradito i vari interventi che sono stati effettuati nel tracciato, adattato maggiormente alle gare di Moto GP e di Superbike.

Per questi motivi, il tracciato di Monza è stato rimosso completamente dalla competizione.
A nulla è servito l’intervento di mediazione di Angelo Sticchi Damiani, ovvero il Presidente dell’ACI, che ha cercato di offrire 19 milioni di dollari, che sarebbero stati pagati dai piloti per poter gareggiare sul tracciato.
Nemmeno le parole di Renzi sono servite nell’incontro di settembre: Ecclestone è rimasto del suo parere ed ha rimosso il tracciato dal calendario.

Un sistema che non piace

Una novità introdotta nel campionato di Formula 1 2016 riguarda le qualificazioni per la pole position. Il nuovo regolamento prevede che, nella prima prova di prove libere, ci sia l’eliminazione del pilota maggiormente lento dopo circa 7 minuti di prove. formula-1
Da quel momento in poi, ogni 90 secondi, verranno eliminati i piloti che si ritrovano nelle ultime posizioni della classifica.

Dopo la prima prova di 16 minuti, ci sarà quella del secondo giorno, che sfoltirà ulteriormente i piloti: in totale, alla gara di prove di qualifiche ufficiali, ci saranno solo 10 piloti.Anche in questa fase verrà applicato lo stesso sistema, con eliminazioni ogni minuto dopo la prima.
Rimarranno dunque solo due piloti a contendersi la prima posizione ed il vincitore partirà otterrà la pole.Tale sistema è stato utilizzato nelle prime prove del campionato di Melbourne, ma la confusione ha bloccato i piloti, che negli ultimi 5 minuti non hanno gareggiato.

Il nuovo metodo è stato definito come un vero e proprio flop: per tale motivo, dopo una breve riunione consultiva, è stato scelto di ripristinare il vecchio metodo di qualificazione, meno complesso da attuare e comprendere.

Il campionato di Formula 1 2016 parte quindi in maniera non proprio rosea, vista la modifica che tanto venne acclamata e che in realtà non è piaciuta a nessuno, visto che piloti e pubblico sono rimasti abbastanza delusi dal suddetto sistema.

Nuova stagione, nuove scuderie e nuovi piloti

Oltre alle novità relative al calendario ed alle prove, il campionato di Formula 1 2016 introduce anche nuove scuderie e tre piloti che esordiranno proprio nella prima tappa di Melbourne.
La prima delle scuderie inedite pronte al debutto è la Haas F1 Team: si tratta di un team statunitense che risiede precisamente nella Carolina del Nord.
La suddetta pare abbia stretto una particolare alleanza con la Ferrari, cosa che dovrebbe permettere ad entrambe di ottenere dei buoni risultati durante il campionato.

La seconda invece è la Renault: non si tratta di un debutto vero e proprio, visto che essa sostituirà la Lotus, visto che i sui diritti d’immagine sono stati proprio rivelati dalla casa automobilistica francese-

Per quanto riguarda i piloti invece, il britannico Jolyon Palmer è pronto a dimostrare tutto il suo valore, dopo l’ottima prestazione nella categoria cadetta della Formula 1, ovvero la GP2.
Oltre al nuovo acquisto della Renault, Pascal Wehrlein si ritroverà ad essere il primo pilota della Manor: nelle passate stagioni, egli era il terzo pilota della Mercedes, che ha seguito il campionato dalla panchina, senza mai sedersi sul posto di guida.

Ultimo debutto nella competizione sarà quello di Rio Haryanto, pilota proveniente dall’Indonesia sul quale la Manor ripone particolare fiducia e dal quale si aspetta parecchio.
Rimane ovviamente Lewis Hamilton, ovvero il campione in carica, che ancora una volta si troverà a dover difendere il titolo contro un gruppo agguerrito di piloti che farà il possibile per poter riuscire a trionfare al termine della stagione attuale di Formula 1.

Name of author

Name: Cristina