Home » Quando e come utilizzare gli integratori naturali

Quando e come utilizzare gli integratori naturali

PIntegratori-alimentari-naturali-3-800x400-800x400er chi ha intenzione di perdere peso, gli integratori naturali a base di garcinia rappresentano una soluzione valida ed efficace, utili a combattere in maniera soddisfacente un aumento eccessivo del peso corporeo.

 

Cos’è la garcinia? Definizione ed origini.

Si tratta di una sostanza di origine vegetale estratta a sua volta da un frutto, la Garcinia gummi-gutta, proveniente da un albero che trova il suo habitat favorevole nelle foreste tropicali del sud-est asiatico (Cambogia, Filippine, Vietnam, Indonesia).
Dal punto di vista estetico, il frutto, dalle dimensioni considerevoli, possiede una cromaticità che va dal verde al giallo.

In che modo utilizzare gli integratori alimentari a base di Garcinia?

Come nel caso della stragrande maggioranza degli integratori alimentari, alla base dell’assunzione di questi ultimi deve necessariamente esserci una alimentazione corretta ed il più possibile equilibrata. Utile in tal caso diventa alimentarsi con alimenti sani e validi dal punto di vista nutrizionale, cercando di eliminare per quanto possibile dolci, bevande alcoliche e gassate.
Alla garcinia ed alla sana alimentazione è cosa buona e giusta fare dell’attività fisica, ad intervalli di tempo regolari e mediante una costanza che in questi casi diventa presupposto fondamentale ed imprescindibile.
Pur non essendoci dati scientificamente provati che certificano il potere dimagrante della garcinia, ci sarebbero delle tipologie di alimenti in grado di compromettere, seppur in maniera parziale, il funzionamento di quest’ultima. Gli alimenti ricchi di fibre, ad esempio, che tuttavia è possibile mangiare nei periodi della giornata temporalmente lontani dai pasti principali, in modo tale da non interferire con l’azione dell’arginia.
Da limitare sono inoltre gli alimenti con alto contenuto di grassi e zuccheri, da sostituire possibilmente con carni bianche e pesce azzurro.

Quali gli effetti collaterali?

Assumere integratori alimentari a base di garcinia comporta in alcuni casi la comparsa di una considerevole gamma di effetti collaterali, tra cui mal di stomaco, diarrea, capogiri e mal di testa.
Possibili complicazioni potrebbero sopraggiungere anche nel caso di somministrazione contemporanea di farmaci di vario genere da quelli contro il diabete agli antidolorifici, dagli anticoagulanti agli psicofarmaci. Riguardo a questi ultimi, va prestata una attenzione ancora maggiore, in quanto tra i presunti effetti della garcinia vi è un aumento del tasso di serotonina, un mediatore chimico che facilita la trasmissione degli impulsi nervosi.

In che modo assumere questi integratori?

Importante premessa è quella di consultare il proprio medico curante prima di assumere qualsiasi tipologia di integratore alimentare. Essendo disponibile sul mercato sotto forma di compresse e gocce, è fondamentale non consumare una dose che superi anche minimamente la quantità giornaliera di garcinia consigliata.

Name of author

Name: crishone