Home » Scegli la bomboniera matrimonio più adatta a te

Scegli la bomboniera matrimonio più adatta a te

Bomboniera-Matrimonio

Scegliere la bomboniera per il  matrimonio è tutt’altro che facile: può essere tradizionale o moderna, ricercata o minimalista, stravagante o classica, utile o futile… di certo non deve essere banale o anonima.

Questo dono è sempre stato oggetto di buon augurio e di prosperità e già nel XV secolo in Italia era diffusa l’usanza che le famiglie dei due futuri sposi si scambiassero preziose scatolette porta confetti in occasione del fidanzamento.

La bomboniera da sempre contiene o si accompagna ai confetti ed è un dono che gli sposi offrono agli ospiti che hanno preso parte al matrimonio o che, pur non potendo essere presenti, hanno inviato un regalo alla coppia unitamente ai propri auguri.

È un segno di ringraziamento ed è ciò che del giorno della cerimonia rimarrà ad amici e parenti, un oggetto che reca in sé il ricordo della giornata e il riflesso del gusto e della personalità degli sposi.

Ma proprio perché è destinata a tante persone diverse, come scegliere questa bomboniera?

Le bomboniere di matrimonio oggi: quali? quante? quando e a chi?

Oggi il mercato offre una scelta molto ampia e una buona soluzione per evitare di girare a vuoto di negozio in negozio è farsi un’idea visitando i siti specializzati online.
Il primo passo è decidere se orientarsi verso un oggetto che possa essere utilizzato in qualche modo – che sia un piattino di Murano, una cornice in argento o una modernissima scatolina in plexiglass – oppure un semplice soprammobile – la classica ceramica Capodimonte ma anche un oggetto Swarovski, un cake topper simpatico raffigurante gli sposi o una piantina bonsai.
Altri criteri utili per definire meglio le caratteristiche dell’oggetto che simboleggierà il matrimonio possono essere la stagione o la location in cui si celebra – ad esempio una cerimonia al mare in estate – il tema del matrimonio – se c’è – i colori dominanti e il tono della cerimonia stessa (formale, romantica,shabby chic, country, vintage…).

Le bomboniere vanno scelte e ordinate circa tre mesi prima della data della cerimonia, hanno un piccolo sacchetto con dei confetti (generalmente cinque) e un bigliettino su cui sono scritti i nomi degli sposi e la data del matrimonio. È consigliabile ordinarne sempre qualcuna in più per ogni evenienza. Vanno distribuite agli invitati considerandone una per ogni nucleo famigliare, ma due in caso di fidanzati. Le bomboniere devono essere tutte uguali ma volendo si può fare una bomboniera diversa, un po’ più importante per i genitori degli sposi e i testimoni di nozze.

In genere le bomboniere vengono date agli invitati nel momento in cui si congedano dalla festa salutando gli sposi.

La bomboniera di matrimonio: le nuove tendenze

Che sia un oggetto artistico o comune come una tazzina, la bomboniera oggi ha subito una certa evoluzione: se un tempo si privilegiavano materiali preziosi come cristallo o porcellane di Limoges, per i ricordi di un matrimonio oggi possono bastare pensieri più “economici”, ma sicuramente anche originali.

Via libera quindi alla caffettiera colorata, ai segnaposto o porta tea-light fantasiosi, a portachiavi ocharms divertenti oppure oggetti diversi e un po’ più spiritosi come apribottiglie, magneti, formine per biscotti o cupcakes. Materiali come ceramica da forno, metallo, peltro, vetro infrangibile, legno, e perfino plastica o carta trovano spazio nell’attuale variegato panorama della bomboniera.

Benissimo quindi il segnalibro personalizzato in carta pregiata, magari scritto in cancelleresca da un calligrafo amanuense, o una pergamena con una poesia o una canzone cara agli sposi. Tra le bomboniere matrimonio romantiche troviamo agendine, quadretti e calendari con le foto degli sposi e perfino CD di canzoni d’amore personalizzati.

Proprio perché la parola d’ordine sembra essere sempre più ‘personalizzazione’ oggi vanno molto di moda le bomboniere fai-da-te realizzate all’uncinetto, ricamate, decorate con il découpage o dipinte a mano, fino ad arrivare alle bomboniere culinarie: bottiglie di vino o liquore, miele, biscotti fatti in casa.

La tendenza ‘green‘ propone le bomboniere vegetali: bonsai, kokedama di piante grasse e piantine da fiore di ridotte dimensioni.
Per gli sposi ‘solidali’ la scelta è sempre più ampia e l’ultima tendenza è quella di sostenere il commercio equo e solidale acquistando come bomboniere oggetti magnifici in materiali poveri come legno o pietra saponaria.

Oggi siti specializzati ci consentono di ordinare comodamente da casa – oltre a bomboniere di ogni genere già pronte con tanto di scatola – ogni tipo di tessuto o tulle, nastri e confetti, contenitori e scatoline, permettendoci di preparare a costi ridotti meravigliose bomboniere per il nostro matrimonio.

Abbiamo una nonna o una zia che lavora all’uncinetto o ricama a regola d’arte? Tra le nostre amicizie c’è chi dipinge, realizza mosaici o sculture, deliziosi mini-terrarium o composizioni con sabbia colorata? Saranno felici di collaborare per le nostre bomboniere. Siamo cuoche strepitose oppure abbiamo un parente che produce ottimo vino, liquore, confetture o miele? Potremmo riempirne bottigliette e vasetti da personalizzare come bomboniere per la gioia degli ospiti.

L’unico svantaggio delle bomboniere culinarie è che non rimangono a lungo per conservare il ricordo degli sposi agli invitati, perchè sono effettivamente “bomboniere” nel senso più autentico del termine.

Infatti la parola deriva dal francese “Bombonnière“, cioè preziosa scatoletta che conteneva dolci, i ‘bonbon‘.
Era di moda tra i nobili portare sempre con sé raffinati contenitori esibiti con orgoglio, da cui si assaggiavano o offrivano dolcetti o confetti. A partire dal XIII secolo la bombonnière divenne un vero e proprio status symbol, un segno tangibile della ricchezza e raffinatezza del suo possessore, e alla corte del re Sole si diffuse la consuetudine di donare, come simbolo del proprio matrimonio, bomboniere ricercatissime in segno di ringraziamento, prediligendo materiali preziosi per sottolineare l’unicità e lo splendore dell’evento.

Anche se i tempi sono cambiati, la bomboniera nel giorno del matrimonio rimane un must irrinunciabile: lasciare un pensiero agli invitati significa ringraziarli dei loro auguri e regali, della loro presenza e partecipazione alla festa e testimonia la volontà degli sposi di voler rimanere ‘simbolicamente’ con loro donando un proprio oggetto.

Che sia utile o prezioso, solidale, ecologico o fai-da-te, è importante che sia personale e che contenga cinque confetti – simbolo di salute, ricchezza, felicità, fertilità e lunga vita. I confetti possono essere di più, ma devono essere sempre dispari, perché solo una quantità non-divisibile può simboleggiare la coppia che celebra in quel giorno la propria unione.

Name of author

Name: Aristide Banfi