Home » Come esporre correttamente in farmacia

Come esporre correttamente in farmacia

Esporre prodotti in Farmacia

Esporre la merce correttamente è il primo passo per avere successo in qualunque tipo di negozio. Una farmacia non è da meno, anzi, proprio la grande quantità di prodotti  tanto diversi va esposta secondo criteri ben precisi.

Esporre significa dialogare visivamente

banco farmacia prodotti in esposizioneIl fine dell’esposizione merceologica è quello di attirare l’attenzione del cliente, proponendo questa o quella categoria di prodotti, anche assimilabili per affinità di uso. In questo modo si attiva una sorta di dialogo visivo con il cliente. Spesso in farmacia c’è da attendere il proprio turno, a debita distanza di privacy dal cliente che viene servito. Durante questa attesa viene spontaneo guardarsi attorno, ed essere catturati da un’offerta, o dai cartonati sagomati pubblicitari, quegli espositori da banco o da terra, appositamente studiati per attirare il nostro interesse.

In quei momenti, in un certo modo, la farmacia sta dialogando col nostro cervello, ci sta chiedendo se, oltre a quello che dobbiamo prendere al banco e per cui ci siamo recati lì, magari c’è qualcos’altro di cui potremmo aver bisogno. Magari un integratore di vitamine, oppure delle caramelle per la gola, oppure ci fa ricordare che in casa avevamo terminato le aspirine, e non si sa mai che ci possano servire.

In farmacia ogni categoria di prodotti deve avere un posto ben preciso

Se ci rechiamo in una farmacia ben organizzata, scopriremo che i prodotti non sono messi a caso, ma hanno una logica ben precisa. Prendiamo, ad esempio, i prodotti per dentiere, solitamente destinati ad un pubblico anziano. Non avrebbe senso metterli né troppo in alto, dove è difficile arrivarci, né troppo in basso, dove una persona di una certa età farebbe fatica ad inchinarsi. Quindi ogni prodotto deve essere messo in esposizione tenendo conto di vari fattori, in primo luogo a chi è destinato.

Al bancone vanno messi i prodotti più utilizzati del momento. Così in autunno ci troveremo tutti quelli destinati alla prevenzione e alla cura di influenze, mal di gola o rafforzamento del sistema immunitario. Ma non mischiati tra loro, deve esserci un filo conduttore, che prenda per mano il cliente e lo porti a pensare di aver bisogno di quel prodotto. Così in estate i prodotti anti spossatezza, anti zanzare, o lenitivi ed idratanti per la pelle post esposizione solare.

Le isole, all’interno di una farmacia abbastanza ampia, giocano anch’esse un ruolo fondamentale, in quanto sono delle vetrine a tutti gli effetti, e come tali devono essere allestite con gusto, devono catturare subito l’attenzione, devono piacere e parlare direttamente col nostro interesse. Se l’esposizione è ben studiata, testata, e modificata a seconda del successo, allora avremmo fatto un ottimo lavoro di marketing.

Name of author

Name: Silvia