Home » Quali pavimenti per piscine scegliere? La nostra guida.

Quali pavimenti per piscine scegliere? La nostra guida.

pavimenti-per-piscine

Scegliere i pavimenti per piscine non è più un problema

Materiali innovativi per i bordi piscina

Fino a qualche anno fa, i bordi piscina non erano corredati dai giusti materiali e, spesso, si verificavano problemi di umidità o di scivolamento.
Grazie alla moderna tecnologia, il mondo dei pavimenti per piscine e da esterno in genere, ha compiuto passi da gigante e sono nati materiali dalle stupefacenti prestazioni che coniugano l’estetica con l’affidabilità.

Tutte le soluzioni studiate dai progettisti sono ritagliate a misura per coloro che desiderano risultati personalizzati che combinino la resa visiva con l’economia e la praticità.

Negli anni scorsi era impensabile che il legno venisse usato per pavimentare le aree esterne e addirittura i bordi delle piscine, mentre oggi, sono stati creati listoni o piastrelle di un legno particolarissimo, che sono l’ideale per tutte quelle strutture fornite di piscina.

Non dimentichiamo che i pavimenti per piscine sono soggetti a sollecitazioni meccaniche non di poco conto, come il trascinamento ed il calpestio ed anche all’aggressione di agenti avversi come il cloro o la salsedine.

Eppure, il legno composito, studiato per i bordi delle piscine, resiste a tutte queste situazioni e si presta egregiamente al ruolo che gli viene dato e, anche con il trascorrere del tempo, la sua bellezza rimane intatta.

Allo stesso modo del parquet che si installa negli ambienti domestici, questo materiale offre l’accoglienza ed il calore del legno ‘vivo’ creando ambienti salubri ed ecosostenibili.

Al contrario del parquet, il legno composito non necessita di nessuna manutenzione!

I migliori pavimenti per piscine sono quelli dalle caratteristiche vincenti: Il WPC è uno dei più gettonati

Il WPC deriva dalla combinazione del legno polverizzato derivante dagli scarti della lavorazione industriale, combinato con un particolare polimero.

Da questa innovativa coniugazione nascono listoni e piastrelle molto verosimiglianti al legno naturale, ma con un’ineccepibile resistenza all’usura.

pavimenti-per-piscineGli elementi risultano tra i più gettonati perché resistono all’azione dei funghi e dei licheni e non marciscono, nonostante la loro vicinanza all’acqua.

Inoltre, i pavimenti per piscine non subiscono nessuna variazione di colore, come invece accade per il legno naturale e non si scheggiano, prerogativa basilare per l’incolumità di coloro che camminano a piedi scalzi.

Il legno composito non viene utilizzato solo per i bordi delle piscine ma anche per i terrazzi, per i gazebo, per le pavimentazioni continue da giardino, per i solarium e per tutte quelle superfici che richiedono una forte potenzialità all’anti scivolamento.

In più, è economicamente vantaggioso sia per lo stoccaggio che per i costi di produzione più bassi.
Al contrario del vero legno, i pavimenti per piscine non hanno bisogno di una manutenzione costante con trattamenti periodici con gli oli o con sostanze specifiche.

I listoni sono compatibili al 100% con l’ambiente che ci circonda perché non rilasciano sostanze tossiche.

Il prodotto è riciclabile e, nel caso si volesse riutilizzare, si può impiegare nella stessa maniera di come è stato prodotto o può essere adoperato come combustibile nei termo valorizzatori.

La posa in opera dei pavimenti per piscine

Benché la posa in opera delle piastrelle o dei listoni in legno composito sia facilissima, necessita dell’ausilio di una squadra di operatori specializzati.

Gli elementi devono essere fissati ad una giusta pendenza in modo da permettere il corretto deflusso delle acque nei pozzetti o negli scarichi fognari.

Il fissaggio risulta molto rapido e il progetto di pavimentazioni si può personalizzare con una geometria di disegni variegata, grazie ai differenti moduli in larghezza ed altezza.

Inoltre, anche la sfumatura dei quadrotti si può scegliere tra la vasta gamma di cromie proposte dall’azienda che vanno da quelle chiaro acero a quelle scurissime wengè.

La ditta potrà fornire qualsiasi delucidazione in merito e, insieme al cliente, potrà progettare la soluzione che più si aggrada alle esigenze, per valorizzare al massimo i pavimenti per piscine.

La scelta è sempre ottima, qualunque sia la cornice che si vuole regalare ai pavimenti per piscine, perché i bordi sono affidabili sotto tutti i punti di vista e creano scenografie davvero interessanti.

 

Name of author

Name: Manuel